Iside, la Grande Madre, Dea della Magia

culto iside archetipo

♥ Iside, la Grande Madre dai mille nomi

«Ella è la parte femminile della natura, ossia l’attività creativa».

Erodoto

 

Originaria del Delta, il suo nome originale è Au Set (“regina eccellente”, “spirito”). Il nome Iside nasce dai greci, per poi diffondersi, insieme al Suo culto, in tutto il Mediterraneo.

Iside è la Dea della maternità, della fertilità e della magia. Ma è anche una Dea dagli innumerevoli talenti e forza rivelatrice del potere femminile. E’ una divinità celeste, associata alla regalità per via della cosmogenia egizia.

Si narra che in principio era il Caos, Nun, un elemento liquido e turbolento, incontrollabile, il non creato. Dal Num nacque Atum, che diede vita a Aria, Umido, Terra e Cielo. Quando questi elementi si separarono, nacquero Iside, Osiride, Seth e Nefti. Queste divinità fanno parte dell’Enneade, il gruppo di nove dei alla base della cosmogenia egizia.

Il nome Iside significa proprio “trono”, come ritroviamo nel Suo cartiglio, che include il geroglifico del trono.

Generalmente viene raffigurata come una donna dalle lunghe vesti bianche, che porta sul capo il simbolo del trono e tiene in mano la chiave della vita (ankh) o lo scettro (uadj), simbolo del potere. La Sua associazione con altre divinità si manifestano in rappresentazioni dove ha delle corna bovine nelle quali è racchiuso il sole o in forma di falco o, ancora, come donna con ali di uccello.


Il Suo simbolo è il Tiet, il nodo di Iside. Era un amuleto egizio che assicurava protezione sia nella vita che nei viaggi e nell’aldilà. Essendo un amuleto associato al sangue, poteva essere realizzato con pietre rosse o oro.

La stella associata a Iside era Sirio. La sua apparizione simboleggiava la nascita e la rigenerazione, mentre i suoi 70 giorni di invisibilità erano legati alla discesa della Dea negl’Inferi.

la magia della dea madre

Iside è il grande potere generativo femminile, l’essenza delle cose.

Platone, secondo Plutarco

 


♥ IL SENTIERO DI ISIDE

Iside era molto importante perché rappresentava il potere del faraone. Lei era la madre del faraone vivente, identificato con Horus (figlio di Iside), e la moglie nel momento della sua morte, in cui il faraone era identificato con Osiride (l’amato di Iside).

Il culto di Iside si diffuse nel mondo ellenistico fino ad arrivare a Roma e in breve tempo si trasformò in un culto misterico, vista l’associazione della Dea con il mondo ultraterreno. Molti templi furono eretti in Suo onore, per trasformarsi e assimilare la stessa Dea in divinità femminili come Cibele, Demetra, Cerere e la Maria cristiana. Infatti molti templi furono riadattati con il cristianesimo e da Lei nascono le cosiddette vergini nere.

Il culto di Iside arrivò anche a Benevento, dove la Dea egizia della magia fu associata alla leggenda delle janare, le streghe.


♥ I MISTERI DI ISIDE

I Misteri prevedevano due feste culturali che celebravano alcuni episodi dei miti legati a Iside. La prima celebrava la navigazione in primavera (Navigum Isidis); la seconda ritualizzava il ritrovamento di Osiride (Inventio Osiride) e si festeggiava dal 29 ottobre al 1° novembre, in cui il digiuno simbolizzava i riti funebri di Iside e il ritrovamento di Osiride.

Il significato originale della dea Iside è ancora il più difficile da determinare. Nella sua complessa natura si sono aggiunti sempre più elementi che La legano a moltissime altre divinità, infatti i suoi attributi e i suoi epiteti sono così numerosi che nei geroglifici viene detta “la Dea dai mille nomi”, come nelle iscrizioni greche è “la Dea dalle miriadi di nomi”.

Tra gli epiteti con cui Iside viene designata nelle iscrizioni troviamo:

∞ La creatrice delle cose verdi;

∞ La verde Dea il cui verde colore è come la verdura della terra;

∞ La signora del pane;

∞ La signora della birra;

∞ La signora dell’abbondanza.

Iside non è solo la creatrice della fresca vegetazione che copre la terra. Lei è il verde campo di grano, personificato dalla Dea stessa.


♥ ARCHETIPO DI ISIDE 

Iside rientra nella categoria delle Dee Madri e il Suo rapporto con il mondo femminile è molto forte. Lei è capace di valorizzare il ruolo della donna, in ogni pregio e difetto, tanto da assicurarle la parità con l’uomo. Ella rappresenta la Natura della Donna in ogni suo aspetto: è madre, dea della fertilità e governatrice delle nascite. Ma è anche sacerdotessa, regina e artigiana.

La forza del Suo archetipo è il Suo essere anima gemella e compagna per eccellenza. Il Suo amore per Osiride lo salva due volte dalla morte, ridandogli la vita. Iside rappresenta la ricerca dell’anima gemella e l’uso consapevole del potere femminile.

Iside ci può aiutare a scoprire noi stesse e a trasformare, tramite l’amore, tutto ciò che ci circonda.


♥ FASCINAZIONE DI ISIDE

vestiti bianchi o verdi

gioielli vistosi argento o oro

smalto scuro brillante

trucco magnetico

rossetto rosso o oro

look regale

il p


otere della dea

Articolo interessante del Corriere della Sera:

ISIDE, L’Occidente stregato dalla Luna 

 

∞ Astiriah ∞ 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *