LUCE E OMBRA DI MABON

mabon equinozio autunno luce ombra

MABON, LUCE E OMBRA IN ARMONIA

Così l’estate ci saluta, mentre la fase più buia dell’anno si avvicina velocemente. E’ un momento che porta malinconia e oscurità, che però non dobbiamo vivere come tale. Il buio che sta giungendo non è negativo e va preso e accettato nella sua vera natura.

E’ l’Equinozio d’Autunno a segnare il passaggio dalla luce all’ombra, insegnandoci il valore simbolico di entrambi, che rappresentano un’aspetto importante dell’esistenza.

QUANDO OSCURITÀ SIGNIFICA INIZIO

L’Equinozio d’Autunno è una festività che onora la Natura e viene celebrata per riflettere sul proprio percorso personale. Questa fesitività prende anche il nome di Mabon, in onore della figura mitologica nordeuropea connessa al concetto di vita terrena e ultraterrena (vita e non-vita).

Il tema della morte è spesso difficile da affrontare, eppure gli antichi lo interpretavano in modo positivo. La morte in realtà è solo il principio, una fase di chiusura che dona la possibilità di un rigoglioso inizio. Proprio come la Terra, che attraversa quella fase di morte apparente che dura un’inverno, per poi ricominciare il suo ciclo di vita con l’arrivo della primavera.

Il senso di tutto è imparare dalle nostre esperienze, riflettendo su ciò che è stato, terminando quello che ancora è in sospeso ed evolversi di conseguenza. Con l’Equinozio il buio si evolve, sovrastando la luce, e questa è una lezione importante perchè ci mostra due facce della stessa medaglia: in noi vive la luce e vive l’ombra, due aspetti della nostra interiorità. Questo è il nosto equilibrio, l’accettazione di ciò che è bello ma anche di ciò che è brutto.

IMPARARE DAL PASSATO MA VIVERE NEL PRESENTE

L’Equinozio d’Autunno si festeggia intorno al 21 di settembre, ma in questo 2015 la data scelta dal sole è il 23 settembre. Percorrendo il ciclo zodicale, quando il sole tocca, durante l’anno, i quattro punti cardinali, ecco che prendono vita i due equinozi e i due solstizi. A essi corrispondono le quattro feste dette cardinali: Natale, Pasqua, San Giovanni, San Michele, nate per ricordare che in quel momento il sole mette a disposizione delle energie potenti e uniche che si espondono nell’universo, a cui si può ricorrere per la propria evoluzione personale.

L’utilizzo di queste forze viene regolato da grandi spiriti, che al loro seguito hanno spiriti minori. Spiriti cardinali forse? 😉

Comuque, il senso di Mabon è raccogliere ciò che abbiamo seminato e far tesoro delle nostre esperienze, con la complicità degl’astri. Il sole sarà in bilancia e insieme a Mabon ci insegnerà a separare l’anima dal corpo, lo spirituale dal materiale, come il seme da frutto, per poter affondare le radici nella terra e crescere fino al cielo.

E’ l’Arcangelo Michele che separa l’anima dal corpo, perchè l’anima deve viaggiare e liberarsi della materia per poter vivere. Michele è ciò che insegna a separare tutto: l’utile dall’inutile, il giusto dallo sbagliato, il puro dall’impuro, la morte dalla vita… L’arte di separare è più difficle di qunto si pensi, ma si può imparare attraverso il simbolismo di Mabon.

Anche il Vangelo enuncia:

Il tempo della mietitura è quello in cui i frutti sono maturi. Bisogna quindi aspettare quel momento per separare il male dal bene, e tale separazione sarà operata dall’Arcangelo Michele.
Sarà l’Arcangelo Michele colui che rivestirà il ruolo principale nella purificazione della terra. Nel corso dei secoli, una moltitudine di esseri nocivi hanno riversato sulla terra un’immensa quantità di forze distruttrici, forze che si sono accumulate in un serbatoio prendendo la forma di un mostro chiamato Drago o Serpente. E’ lui quello di cui si dice che… seduce le nazioni, porta fuori strada i figli di Dio e provoca tutte le sventure dell’umanità. Questa egregora è di una potenza smisurata. Solo l’Arcangelo Michele è in grado di vincere quest’egregora.
Con l’aiuto del suo esercito, realizzerà ciò che da secoli le moltitudini implorano dal Creatore. Ecco perchè dobbiamo collegarci all’Arcangelo Michele, chiedergli la sua protezione e la possibilità di operare con lui per accrescere la sua vittoria. La luce trionferà sulle tenebre: è stato predetto e così sarà. Perchè non partecipare a quell’evento? I figli di Dio che saranno iscritti nel numero di coloro che avranno partecipato al combattimento dell’Arcangelo Michele, il Genio del Sole, questa potenza di Dio tra le più luminose, riceveranno il bacio dell’Angelo del fuoco. Tale bacio non li brucerà ma li illuminerà !
Omraam Mikhaël Aïvanhov

Mabon ci mette di fronte a eventi passati, che abbiamo affrontato o che dobbiamo superare una volta per tutte. Ma il passato non deve diventare il nostro “qui e ora”. La nostra vita è nel presente e dobbiamo prendere ciò che viene come uno strumento di crescita personale e comprensione ulteriore di noi stessi.

SUPERMOON CON ECLISSI

L’Equinozio d’Autunno sarà accompagnato dal potere speciale della Tetrade. Con questa Tetrade ci si riferisce a quattro eclissi lunari che hanno avuto inizio in aprile 2014 e che vedrà l’ultima il 28 settembre, proprio in corrispondenza di Mabon. E’ veramente la fine di un ciclo ed è arrivato il momento di gettare le basi per crearne uno nuovo.

c

∞ Astiriah ∞

#sfumaturedimagia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *