Il Rede Wicca

magia wicca rede wicca

♠ Magia Wicca: il Rede

Il termine Rede deriva dall’inglese antico e significa “consiglio, proverbio”.

Il Rede o anche la Rede è un canto sacro che raccoglie i principi wicca e, come tutti gli scritti, ha molteplici interpretazioni. Secondo Gardner le streghe erano inclini a seguire la morale secondo il leggendario Buon Re Pausol: “Fai quello che ti piace purché non danneggi nessuno” e questa idea è stata messa in rima e chiamata la Rede Wicca.

Sicuramente, il Rede Wicca è un regolamento di vita e di comportamento. Infatti da consigli su come dovrebbe essere praticata la Magia, sul fatto che bisognerebbe conoscere le fasi Lunari e tutto ciò che riguarda le quattro direzioni e le loro corrispondenze; troviamo indicazioni sul Sambuco, che ci suggerisce di studiare le proprietà delle erbe, ma anche delle pietre; inoltre ci parla della Ruota dell’anno, dando per scontato che si conoscano le feste Wicca e il modo di celebrarle.

L’ultima parte riassume il fondamento di questo canto: “Se non fai del male, fa ciò che vuoi”.

 

∞ REDE WICCA ∞

In totale fiducia e amore,
la legge wiccan devi seguire.
Vivi e lascia vivere,
leale nel dare e nel ricevere.
Tre volte traccia il cerchio senza fine,
che del male al di fuori sia confine.
Sia il tuo incantesimo sigillato,
se con la rima lo hai legato.
Lo sguardo sereno leggero il tocco,
ascolta molto e parla poco.
La Runa delle Streghe se la Luna sta crescendo,
in senso orario vai cantando.
Al contrario con la calante Luna,
del bando canta la Runa.
La Luna nuova onora,
baciando due volte la mano della Signora.
Per avere buona Fortuna,
esprimi i desideri quando è Piena la Luna.
Se il vento del Nord porta tempersta,
abbassa le vele e in casa resta.
Se il vento sal Sud soffierà,
l’amore sulla bocca ti bacerà.
Se il vento dell’ Ovest si è alzato,
non trova pace chi è trapassato.
Da Oriente il vento porterà,
aria di festa e novità.
Nove ceppi nel calderone porrai,
veloce e piano li brucerai.
Il Sanbuco sial l’albero della Signora,
non bruciarlo o maledetto tu sia ora.
Quando la ruota comincia a girare,
i fuochi di Belatane inizia a bruciare,
quando la ruota a Yule giungerà,
accendi il ceppo e il Cornuto regnerà.
Nella corrente una pietra sia lanciata,
da chi desidera verità svelata.
Dalla Signora tu sia benedetto,
se selva e fiori tratti con rispetto.
Qunado è vera la tua necessità,
non badare all’altrui avidità.
Se con lo stolto il tuo tempo hai buttato,
tra i tuoi amici sarea annoverato.
Alla Legge del Tre devi badare,
tre volte nel bene, tre volte nel male.
Qundo la sfortuna ti segna,
una stella blu sulla fronte disegna.
In amore sii sempre vero,
se vuoi che il tuo amante sia sincero.
Della Wicca il Rede è uno:
” Fai cio che vuoi, finchè non nuoce a nessuno! “

LETTURE CONSIGLIATE

Scott Cunningham è un classico che tutti dovrebbero leggere per avvicinarsi alla Wicca e comprendere il suo significato. E’ un libro utile sia per novizi che veterani. Consigliatissimo!

Vivere Wicca vuole insegnarci come la magia fa già parte della nostra quotidianità e in che modo possiamo abbracciarla per trovare una serenità costante dentro e intorno a noi. Una bella lettura!

Il Calderone Magico è una sorta di “Wiccologia”, un manuale a mio avviso chiaro e schematico, che toglie molti dubbi e spiega cose che altri libri, invece, danno per scontato. Letto e apprezzato!

♥ Astiriah ♥

 

One thought on “Il Rede Wicca”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *