La porta degli Dei

sabbat yule solstizio d'inverno

La porta degli Dei

Il significato esoterico del Natale

Diverse civiltà antiche narrano della nascita di una divinità solare, che viene alla luce durante il Solstizio d’Inverno. Si tratta di un evento astrologico antico, che racchiude in sé l’evoluzione spirituale della coscienza, e che oggi associamo al Natale e alla nascita di Gesù.

Lo zodiaco rappresenta il percorso che il Sole compie nell’arco di un anno, il quale, in base al segno zodiacale che tocca, ne assorbe le caratteristiche e il simbolismo energetico. Durante il Solstizio d’Inverno, le ore di luce sono al minimo, mentre il Sole si trova nel punto più basso, pronto però a risorgere e a ricominciare il suo ciclo il giorno del Solstizio, detto anche Yule. La luce vince sull’oscurità e il Sole bambino rivela la conoscenza spirituale, diventando una sorta di archetipo, che racconta la funzione del cosmo per chi ricerca la verità dentro di sè.

Così, il Dio Sole nasce al Solstizio d’Inverno e in una grotta, nello stesso periodo, nasce Gesù. La nascita di una divinità al momento del Solstizio, tra il 20 e il 25 dicembre, è un avvenimento antichissimo e legato a svariate tradizioni, come lo sono tutti i simboli che appartengono alle varie culture. E ognuno di loro rappresenta un archetipo ben definito.

#sfumaturedimagia

L’archetipo del Solstizio d’Inverno

In astrologia, la nascita nel mese di dicembre, a mezzanotte, corrisponde a est e al Sole, mentre il diretto opposto cade nel segno della vergine, associato a Maria che partorisce il Sole bambino Gesù. Così, il Sole diventa Imum Coeli, che per i seguaci di Osiride rappresenta il Sole Nero, che rinasce in Horus come simbolo di immortalità.

Omero chiama il Solstizio d’Inverno “Porta degli Dei”, mentre il Solstizio d’Estate “Porta degli Uomini”, che corrispondono rispettivamente al segno del capricorno e a quello del cancro, che rappresentano il loro archetipo.

Il capricorno è la capra che scala la montagna, che affronta prove difficili per arrivare in cima. Questo movimento che sale e scende rappresenta l’uomo che s’innalza nello spirito per diventare Dio, come l’Imum Coeli che rinasce nella luce per diventare immortale.

#sfumaturedimagia

Rituali del Solstizio d’Inverno

Catturare un Raggio di Sole

La luce nascente del Solstizio è unica e ispiratrice, allora perchè non tenerla con noi per tutto l’anno? Compra un cristallo di rocca e legalo sulla cima di un bastone che pianterai in un punto a est, in modo tale che all’alba il sole lo colpisca. Se hai la possibilità di piantarlo in natura è meglio. I raggi solari devono illuminare il cristallo per sette minuti. Dopodiché, avvolgi il cristallo in un panno bianco o oro e, quando hai bisogno di ispirazione o guarigione, lascialo sul comodino e assorbi la sua energia.

Il Vischio dell’Amore

Il Vischio è il portafortuna per eccellenza e propizia l’amore in ogni sua forma. Il 22 dicembre compra del vischio e mettilo in un vaso. A capodanno puoi appenderlo per far sbaciucchiare gli innamorati, ma se l’amore non ti ha ancora trovato, taglia un rametto e portalo intorno al collo durante il capodanno.

Protezione in famiglia

Procurati sette candele colorate che rappresenteranno i sette pianeti (bianca-luna, gialla-sole, rossa-marte, rosa-venere, azzurra-giove, marrone-saturno, verde-mercurio). Procurati delle pietre, tante quanti sono i componenti della famiglia, animali compresi, e su ciascuna disegna il segno zodiacale da una parte e scrivi l’iniziale del nome dall’altra. Il giorno prima del Solstizio o di Natale disponi le candele in cerchio e metti le pietre al centro.Verso mezzanotte accendi le candele e concentrati sulla loro luce. Ogni candela scalderà i componenti della famiglia e li proteggerà.

La luce dentro di te

La sera del 21 accendi una candel bianca, in una stanza buia e tranquilla, e medita sulla sua luce e sull’energia che sprigiona tanto da illuminare il buio. Spegnila e vai a dormire.La mattina dopo riempi un contenitore di acqua e sale grosso. Immergi qualche minuto un oggetto d’oro, poi accendi la tua candela e spegnila nell’acqua. Usa quest’acqua per lavarti, affinchè ti purifichi e lascia entrare la luce dentro di te.

#sfumaturedimagia

∞ Astiriah ∞

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *